La preparazione del giardino per l’inverno

Ottobre è il mese ideale per iniziare a preparare il giardino per l’inverno, affrontando le cose da fare in modo intelligente e distribuendo il lavoro su diverse settimane, oltre a ridurre il rischio dei danni derivanti dal gelo invernale, in primavera risparmierai molto lavoro ed il giardino crescerà e fiorirà perfettamente.

Il fogliame e la cura del prato

Il primo consiglio è di rimuovere periodicamente eventuali foglie presenti sul manto erboso per mantenerlo sempre aerato ed evitare la formazione di muschio. Durante la rimozione delle foglie è bene controllarle, specialmente se presenti vicino a siepi, per verificare che non siano contagiate da funghi o batteri e che quindi possano diffondere queste malattie alle piante circostanti.
Il prato può essere tagliato finché non ci si accorge che ha smesso di crescere (solitamente verso la fine del mese di ottobre) ma bisogna prestare attenzione a non tagliarlo troppo corto per evitare che il terreno rimanga eccessivamente scoperto alle intemperie e al freddo imminente. Nel caso di presenza di muschio rimuoverlo con un rastrello.

La potatura e la pulizia delle aiuole

Prima dell’arrivo dell’inverno è bene potare le piante che necessitano di questo tipo di cura, come la vite, l’acero, la betulla, la lavanda e l’ortensia. Una potatura in autunno regala più energia alle piante in primavera e fa sì che i rami crescano più rigogliosi, per una potatura facile e precisa le forbici elettroniche e a mano della linea Kamikaze sono lo strumento ideale: permettono di ottenere risultati professionali diminuendo lo sforzo ed i tempi di lavoro.
Molto importante è anche avere cura delle aiuole, occorre recidere i fiori secchi e rimuovere fogliame ormai vecchio; aiuta il terreno a mantenere l’umidità aggiungendo alle aiuole un generoso strato di corteccia, composit o ciottoli per proteggere le radici dal freddo e tenere lontani i parassiti.

La serra e le piante da interno

Da ottobre è consigliabile riportare al chiuso le piante da interno o da appartamento, per evitare che subiscano lo shock di un abbassamento di temperatura improvviso: è molto importante infatti che vengano lasciate acclimatare gradualmente alle temperature più miti e alla minore luce, portandole in casa prima solo la sera e poi sempre più ore anche di giorno.
La serra, se presente, va ripulita dalle piante vecchie, vanno lavati i vasi e le cassette per eliminare eventuali parassiti. Non bisogna dimenticare di pulire bene anche i vetri della serra, per permettere alle piante di sfruttare al massimo la luce nei mesi invernali più bui. Questo periodo è utile anche per prendersi cura degli attrezzi da giardino, ripararli e pulirli per evitare che l’umidità ed il gelo invernali possano danneggiarli o arrugginirli.

Le piante delicate ed il laghetto

Se nel tuo giardino sono presenti piante particolarmente delicate che rimangono fuori durante l’inverno, per prevenire eventuali danni occorre creare un nido di paglia sul suolo attorno alla base della pianta oppure avvolgere tronco e foglie con un tessuto apposito in lana o canapa per mantenerle al caldo.
Se si dispone di un laghetto occorre ripulirlo dalle foglie e dai rami per evitare l’inquinamento dell’acqua ed il blocco dei filtri della pompa ma non solo, il peggior nemico è il ghiaccio, soprattutto se il laghetto è popolato da pesci. Procedere svuotando il laghetto fino a lasciare circa 50 cm di acqua e ricordarsi di liberare sempre almeno una parte dell’acqua dal ghiaccio per evitare che i gas naturali rilasciati dal laghetto non riescano a fuoriuscire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *