Giardino e orto si risvegliano: i lavori in giardino a marzo

Siete pronti per la primavera? Le giornate iniziano poco a poco ad allungarsi, e i primi boccioli spuntano sui rami degli alberi. Nel giardino a marzo la primavera inizia a far capolino, risvegliando le piante di orti e giardini. È questo il momento in cui bisogna darsi più da fare, per gettare le basi per una primavera e un’estate ricche di fiori e frutti.

 

Primo step: pulizia

Quando le temperature lo permettono, scoprite le piante che avevate coperto durante l’inverno, e procedete con una ripulita da foglie secche e rami rovinati dall’inverno. La pulizia del giardino a marzo deve riguardare anche il suolo: ripulite le zone intorno ad alberi e arbusti, eliminando foglie cadute ed erbe infestanti, con l’aiuto di piccole quantità di concime organico, da spargere con l’aiuto di una leggera zappatura per far penetrare il nutrimento più facilmente verso le radici delle piante.

 

Le potature di marzo

Questo è il periodo ideale per potare le nostre piante: la potatura, meglio se eseguita con luna calante, permetterà uno sviluppo equilibrato e vigoroso. Piante da frutto, arbusti a fioritura estiva, siepi e rose vanno potati in marzo per favorire lo sviluppo di nuovi germogli, mentre le piante a fioritura primaverile dovranno essere potate solo dopo l’appassimento completo dei fiori.

Per le potature, è sempre importante utilizzare forbici dal taglio preciso e sicure nell’utilizzo. Le lame professionali della Kamikaze KM4229, leggera e maneggevole, assicurano un taglio netto, per la massima potenza e precisione nel taglio.

Forbice da potatura
Forbice da potatura KM4229

 

 

 

Quali piante porre a dimora

Marzo è il periodo giusto per porre a dimora i bulbi a fioritura primaverile (come tulipani, giacinti e narcisi), mentre per quelli a fioritura estiva (gladioli, dalie, begonie…) o autunnale bisognerà attendere la fine delle ultime gelate invernali.  Anche gli arbusti, gli alberi da frutto e i roseti, a radice nuda o in vaso, devono essere posti a dimora nel giardino a marzo. Se invece volete spostare alcune piante affrettatevi: dopo la metà del mese gli spostamenti sono sconsigliati. In quel periodo, infatti, le piante avranno il maggiori bisogno di acqua e nutrimento costanti, e sradicamenti e spostamenti potrebbero causare gravi stress. In questo contesto, potreste anche praticare un primo trattamento antifungino, spruzzando il prodotto direttamente sulle piante aiutandovi con uno spruzzatore a pistola come il DVL da 1 litro.

spruzzatore a pistola DVL da 1 litro
Spruzzatore a pistola DVL da 1 litro

 

Tempo di semine

Volete dare nuova vita al vostro prato? Marzo e aprile sono i mesi ideali per la semina del manto erboso. Ciò che non deve mancare è del buon concime organico o un fertilizzante a lenta cessione, da lavorare a fondo nel substrato per garantire una perfetta e sana radicazione delle nuove piantine. Da qui in poi, le concimazioni dovranno essere periodiche e costanti. In marzo il clima non è ancora mite al punto da richiedere irrigazioni frequenti, ma è il momento di verificare che l’impianto di irrigazione sia ancora in buono stato, ed eventualmente intervenire con manutenzione e ricambi.

Nel giardino a marzo andranno seminati in letti caldi o sottovetro amaranto, bella di notte, bocca di leone, calendula, dalla, garofano, lunaria, nasturzio, petunia, primula, senecio, verbena e zinnia.

Per quanto riguarda l’orto, questo è il momento di seminare in letti caldi o sottovetro basilico, cavoli estivi, melanzane, pomodori, peperoni, sedano e zucchine. La semina in piena terra riguarderà invece barbabietole, carote, cicorie, cipolle, lattughe, piselli, pomodori, porri, prezzemolo, rape, ravanelli, rucola, spinaci, valeriana e tutte le zucche.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *